“Per l’unità dei Comuni del Basso Molise”. Con questa esortazione si è conclusa l’assemblea dei sindaci e degli amministratori dei Comuni di tutto il territorio che hanno accolto l’invito del Vescovo della Diocesi di Termoli-Larino, mons. Gianfranco De Luca e del sindaco di Larino, Giuseppe Puchetti, per fare il punto sulle criticità e delineare possibili strategie per costruire insieme il futuro dell’area.

Numerosi gli amministratori presenti, tra i quali il Presidente della Provincia di Campobasso e sindaco di Termoli, Francesco Roberti, e altri rappresentanti espressione di un’area vasta che dalla costa arriva ai paesi più interni. L’incontro, che si è tenuto nella serata di venerdì 28 novembre 2019 nella casa di formazione “San Giovanni XXIII” di Larino, ha rappresentato l’occasione per fare non solo il quadro della situazione dei problemi e delle gravi emergenze che affliggono il territorio, ma è servito anche per riconoscersi nell’unico destino di sviluppo di questa parte della nostra regione. Gli interventi sono stati moderati dal Prof. Alberto Lo Presti, direttore del Centro Igino Giordani e docente dell’Università Lumsa.

“Penso che la Chiesa debba dare degli spazi o essere uno spazio in cui far confrontare le persone in ordine al bene comune” ha affermato mons. De Luca nel saluto introduttivo. Le priorità emerse nel corso dei diversi passaggi degli amministratori parlano chiaro: spopolamento, sanità e taglio di servizi essenziali, lavoro, trasporti, viabilità, risorse utilizzate male e mancanza di una visione generale per il territorio. Fra i partecipanti è quindi sorto il desiderio di affrontare questa fase della propria storia abbandonando il campanilismo che, in alcune circostanze, nel passato, ha frenato la costruzione di soluzioni adeguate ai reali problemi del Basso Molise.

L’inizio di questa fase nuova proseguirà ora con la pianificazione di altri incontri e con un collegamento più stretto fra i sindaci per portare all’attenzione dei diversi livelli istituzionali (Regione, delegazione parlamentare, Governo) le necessità vitali del territorio. Le amministrazioni vogliono essere unite non solo per denunciare le fragilità esistenti in centri piccoli e più grandi ma anche per indicare possibili vie di soluzione a partire da un’emergenza immediata, quella di rivendicare con determinazione il diritto alla salute di ogni cittadino del Basso Molise.

Il Vescovo De Luca e il sindaco di Larino hanno ringraziato tutti i presenti per avere accolto l’invito e per la significativa partecipazione auspicando di poter continuare e consolidare questo approccio di rete per un futuro possibile anche in termini di sviluppo.