Sabato 9 novembre, alle ore 9:30, presso la sala conferenze dell’auditorium Unità d’Italia, nell’ambito della manifestazione nazionale “Diamoci una scossa – Novembre mese della prevenzione sismica”, avrà luogo il convegno «Ecobonus e Sismabonus, cosa prevedono e come richiederli», organizzato dall’assessorato all’urbanistica del Comune di Isernia, con la collaborazione dell’Ordine degli ingegneri, l’Ordine degli architetti, il Collegio dei geometri, l’Unimol, l’Ordine dei dottori commercialisti e l’Ordine dei geologi del Molise.

L’incontro è rivolto ad amministratori degli enti locali, responsabili degli uffici tecnici, agenti immobiliari, amministratori di condomini, liberi professionisti, imprese e cittadini. L’obiettivo è quello di illustrare nel dettaglio, anche con casi pratici, la normativa che regolamenta il Sismabonus e l’Ecobonus e come beneficiarne. Interverranno per un saluto il sindaco di Isernia Giacomo d’Apollonio, il presidente dell’Ordine degli ingegneri Domenico Cimorelli, il presidente dell’Ordine degli architetti Massimo Sterpetti, il presidente del Collegio dei geometri Massimiliano Toto e il vice presidente dell’Ordine dei geologi della Regione Molise Antonella Laurelli.

Relazioneranno, il presidente della Fondazione Inarcassa, Egidio Comodo, con una illustrazione generale dell’Eco-Sismabonus, Giovanni Fabbrocino e Giuseppe Peter Vanoli dell’Unimol, per l’introduzione tecnico-scientifica al Sismabonus e all’Ecobonus, Francesco Russo, consigliere di amministrazione dell’Ente previdenziale e assistenziale pluricategoriale dei geologi, con un excursus sugli aspetti geologici, il commercialista Alberto Santolini, per l’introduzione sui concetti di benefici fiscali, e infine Oreste Mammana, dell’Ordine degli ingegneri, che illustrerà alcuni casi pratici. Al termine dell’evento si terrà una tavola rotonda per soddisfare le domande degli intervenuti.

I lavori saranno moderati dal vicesindaco e assessore all’urbanistica del Comune di Isernia, Cesare Pietrangelo, e dal consigliere dell’Ordine degli ingegneri, Alessandro Di Cristinzi.