Continua incessante l’attività della Polizia di Stato di Campobasso nell’attività di contrasto alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

A conclusione di un’articolata attività d’indagine, il 4 gennaio scorso gli agenti della Squadra Mobile della locale Questura, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Campobasso, hanno sottoposto alla misura restrittiva della detenzione domiciliare un cinquantaseienne originario del Regno Unito e residente nel Capoluogo.

Il soggetto dovrà scontare la pena della durata di dieci mesi, per i reati di danneggiamento e resistenza a Pubblico Ufficiale aggravati dall’uso di sostanze stupefacenti e alcol.