Nella giornata di ieri, gli agenti del Commissariato di P.S. di Termoli, su disposizione del GIP del Tribunale Ordinario di Larino, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di C.N., un uomo originario di Termoli, di 59 anni.

La misura cautelare è stata necessaria in quanto l’uomo si è reso responsabile di una serie di condotte minacciose ed aggressive, reiterate nel tempo, nei confronti di una donna residente nel suo stesso condominio. Per tali fatti, il termolese era stato destinatario dapprima del provvedimento di divieto di avvicinamento alla persona offesa e poi, a seguito della violazione dello stesso, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Le condotte aggressive e minacciose, nonostante l’applicazione delle predette misure cautelari, sono, tuttavia, proseguite anche in costanza degli arresti domiciliari e, pertanto, dopo l’ennesima denuncia della donna e a seguito degli opportuni accertamenti da parte degli uomini del Commissariato, il GIP ha applicato la misura maggiormente coercitiva della custodia cautelare in carcere.

Proprio nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, infatti, C.N. è stato accompagnato presso il Carcere di Larino dal personale del Commissariato che ha dato esecuzione al provvedimento.