Questo l’invito di Cinzia Calabrese, presidente ‘Fratres Campobasso’ (nella foto) che oggi ha effettuato la sua donazione al ‘Cardarelli’ di Campobasso.

In occasione delle imminenti festività natalizie in giorni in cui ci si affanna nella ricerca dell’oggetto giusto da porgere al prossimo, ai familiari ed agli amici più cari, dovremmo soffermarci un attimo a riflettere sul primo bene che abbiamo e cioè la vita! Vita che per taluni è in bilico a causa di patologie serie che richiedono continue trasfusioni.

Ed allora non neghiamo a noi stessi ed a chi dipende dalla nostra solidarietà la possibilità di ritrovare il sorriso e di crescere, di sentirci per una volta o una volta ancora autori di un gesto concreto che non è suscettibile di valutazione economica, ma è latore di emozioni e soddisfazione rara.

Donare il sangue edifica e al contempo ci garantisce un monitoraggio gratuito del nostro stato di salute. Forza allora non esitiamo e scegliamo questo singolare e sentito modo di formulare gli auguri a chi è nella sofferenza.

Articolo precedenteIsernia – Presentati i risultati del progetto «Co-Walking. Un’Impresa per Tutti»
Articolo successivo“Pausa Caffè” a Isernia, dove l’aperitivo è tutto da scoprire