di T.A.

Ed eccoci alla festa per antonomasia di Venafro. Trattasi della storica e tradizionale FESTA DI SAN NICANDRO, come da sempre è definito l’evento civile e religioso in onore dei Santi Martiri della città Nicandro, Marciano e Daria. L’evento inizierà domenica 16 giugno e proseguirà sino a martedì 18 giugno per un trittico celebrativo e festivo di assoluta intensità, a cui sta lavorando un folto comitato festa composto da donne ed uomini di varia età. In allegato, il fitto programma dell’appuntamento tra eventi civili e riti religiosi. Il tutto per onorare le figure principali della storia cristiana venafrana, appunto i fratelli Nicandro (dal greco UOMO DELLA VITTORIA, appunto del Cristianesimo sul paganesimo) e Marciano, ufficiali dell’esercito romano ai tempi dell’Imperatore Diocleziano, e della moglie del primo, Daria, tutti martirizzati nel 303 d.C. per non aver voluto rinunciare alla loro ferma fede cristiana. Ecco quanto dei Martiri Venafrani riportato sul Martirologio Romano: “A Silistra in Mesia, nell’odierna Bulgaria, i Santi Martiri Nicandro e Marciano che, soldati durante la persecuzione di Diocleziano, respinsero l’elargizione fatta dall’imperatore all’esercito e, rifiutatisi fermamente di sacrificare agli dèi, furono condannati a morte dal governatore Massimo”. Per Santa Daria, a sua volta condannata a morte in ragione della propria fede cristiana, il sacrificio avvenne in altra data e in luogo diverso, stante le leggi del tempo. E Venafro da 1.721 anni li celebra e li onora con appuntamenti di tutto rilievo, in ragione del loro estremo sacrificio. Il culmine dei prossimi appuntamenti patronali ? Certamente la solenne processione conclusiva del 18 giugno che chiuderà i festeggiamenti con migliaia di venafrani ambosessi che accompagneranno il rientro dei simulacri e delle reliquie dei Santi Martiri nel centro storico venafrano, intonando tante volte in coro il bellissimo INNO AI SANTI MARTIRI, scritto nel 1881 dal poeta venafrano Raffaele Atella e musicato nello stesso anno dal canonico, sempre venafrano, Domenico Criscuolo. 

Articolo precedenteNUOVE OSSERVAZIONI IN TEMA DI TRASPORTI DISABILI DA “TDDS GUARDIAMO AVANTI”
Articolo successivoTrofeo Italiano Rally, Giuseppe Testa in Trentino per il rally di San Martino di Castrozza. Obiettivo difendere l’attuale posizione di leader