Le classi seconde della scuola media di Montenero di Bisaccia ed i loro Insegnanti, hanno raccolto la sfida lanciata dal Consiglio Europeo che ha deciso di creare un nuovo modello di sviluppo per rispondere in modo adeguato alle sfide del decennio 2010/2020.

La strategia europea 2020 infatti ha tre priorità e cioè sviluppare un’economia basata sulla conoscenza e sull’innovazione; promuovere un’economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva e promuovere un’economia con un alto tasso di occupazione, che favorisca la coesione economica, sociale e territoriale. In questo contesto si sta sviluppando il progetto di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

La giornata di giovedì ha visto i ragazzi recarsi presso la foce del Trigno accompagnati dai volontari di Ambiente Basso Molise e dagli uomini dell’ARSARP con l’esperto di flora Antonio Del Vecchio, il quale ha illustrato le caratteristiche delle principali piante esistenti alla foce del Trigno: il pioppo bianco (populus alba), il salicone (salix caprea) e le tamerici (gallica tamericio), oltre ad una infinita varietà di essenze.

Durante l’incontro i giovani allievi si sono soffermati ad osservare anche le orme degli animali. E’ stato inoltre presentato la bozza degli interventi che potrebbero cambiare il volto di una parte del territorio di Montenero di Bisaccia.

Il prodotto finale sarà quello di presentare all’Amministrazione comunale dei documenti in cui si propongono delle azioni concrete da realizzare e finalizzate alla partecipazione attiva e responsabile degli studenti alla vita della comunità locale.