In Italia ci sarebbero 1 milione e 164 mila persone colpite dal coronavirus negli ultimi due mesi. Il dato è emerso da una ricerca della London School of Hygiene & Tropical Medicine e tiene conto del numero di infettati da quando è comparso il Covid-19 in Europa. Ripetiamo: prendiamo il dato con cautela.

Nel nostro Paese solo il 4,6% degli individui contagiati sarebbe stato sottoposto a tampone. A questo proposito, in un’intervista a Repubblica il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha detto che si trova solo un malato ogni dieci casi non censiti. Il funzionario ha aggiunto che questo dato è “credibile” e anche Massimo Galli, direttore del dipartimento Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, ha precisato che quanto affermato da Borrelli è “molto vicibno alla realtà”.

Come riporta Libero, il calcolo dei ricercatori britannici si è basato sulla somma dei ricoverati per prevedere quante sarebbero le persone malate lasciate fuori dai dati ufficiali. L’università londinese ha tenuto conto degli Stati più colpiti a livello mondiale. Un numero spaventoso rispetto ai dati ufficiali.