Il sindaco Giacomo d’Apollonio e l’assessore comunale al welfare Pietro Paolo Di Perna lodano l’importante ruolo che, in questo momento emergenziale, viene svolto dalla Caritas Diocesana di Isernia-Venafro che, in stretta collaborazione con la Questura e il Comune di Isernia, è restata accanto ai più deboli.

I volontari stanno rispondendo a numerose richieste di aiuto di coloro che vivono gravi disagi, con problemi di solitudine e alle prese con vecchie e nuove povertà. I richiedenti appartengono a varie categorie protette: malati, migranti, persone in regime di detenzione domiciliare, minori in difficoltà, anziani soli, nuclei familiari indigenti.

I due centri-ascolto presenti a Isernia e Venafro, nel rispetto dei dettami normativi in materia di prevenzione, saranno aperti al pubblico solo su appuntamento. Le necessità potranno essere segnalate al direttore della Caritas che provvederà a smistarle allo sportello preposto e/o ad evaderle nel minor tempo possibile.

I servizi garantiti dall’organismo pastorale sono:

– assistenza a persone sole;
– gestione di bisogni economici, alimentari e logistici;
– consegna a domicilio di viveri, medicinali e ogni altro bene di prima necessità;
– colloqui telefonici con un avvocato e/o con un dottore commercialista (che offriranno un orientamento relativamente agli ultimi interventi normativi da parte del governo, riguardanti la possibilità di movimento, lo stato di necessità, gli ammortizzatori sociali, la sospensione pagamenti, etc.);
– colloqui telefonici con uno psichiatra psicoterapeuta, al fine di gestire qualsivoglia reale stato di necessità afferente allo status psicologico.

«Nel rispetto della sua mission e non perdendo mai d’occhio il reale significato della logica di servizio al prossimo – hanno dichiarato il sindaco d’Apollonio e l’assessore Di Perna –, la Caritas Diocesana rimane a disposizione di chi, nell’attuale situazione di precarietà e di solitudine forzata, ha bisogno di aiuto o di fare una semplice chiacchierata. Ringraziamo la Diocesi e il vescovo Camillo Cibotti per la proficua collaborazione tra Caritas e Comune e per l’importante solidarietà che il mondo cattolico sta assicurando ai più deboli».

Chiunque si trovi in una situazione di difficoltà potrà far riferimento ai seguenti contatti:
mail: caritas@diocesiiserniavenafro.it – tel. 351 67 56 960