Ad annunciarlo, è l’AGGREGAZIONE DI LIBERI CITTADINI IN LOTTA A SOSTEGNO DELLA SANITÀ PUBBLICA.

Responsabilmente, si è convenuto di differire la data della manifestazione prevista per il giorno 3 marzo davanti al consiglio regionale a causa della diffusione del coronavirus in Italia. Alla luce delle disposizioni governative sul divieto di assembramenti negli stadi, nelle trasmissioni televisive, nonché delle gite scolastiche, riteniamo che invitare le persone a viaggiare sui pullman per concentrarsi in un unico luogo, sia poco opportuno e anche poco responsabile.

Riuniremo a breve una nostra unità organizzativa al fine di discutere ed approfondire il momento critico anche e soprattutto in considerazione della tragica situazione dei nostri ospedali ormai non più nelle condizioni di affrontare qualsiasi malattia e ancor meno un virus mortale. Inoltre chiediamo sin d’ora di istituire o rafforzare i reparti di rianimazione dei nostri nosocomi che al momento e nell’emergenza potrebbero essere di supporto a successivi passaggi dei contagiati eventualmente da trasferirsi in altre strutture.

Siamo convinti che sapremo superare anche questo negativo momento, così come siamo convinti che solo con una sanità pubblica all’altezza si possono sbarrare emergenze di massa e per questo la nostra lotta di sostegno ai nostri ospedali pubblici sarà sempre più pressante, convinta forte! In attesa di rendere nota la nuova data dell’imponente manifestazione davanti al consiglio regionale, si raccomanda la massima diffusione del presente comunicato alla luce delle tantissime adesioni ricevute ad oggi al fine di mettere i cittadini nelle condizioni di non attivarsi per il giorno 3. Grazie.