di Redazione

Il Corecom Molise ha partecipato alla due giorni di lavori organizzati dal Corecom Sicilia, presso l’assemblea regionale a palazzo dei Normanni a Palermo. Di particolare interesse sia il convegno sugli influencer, sia la riunione sulla par condicio che il coordinamento dei presidenti dei comitati sulle imminenti attività elettorali. Tra esse sicuramente una prossima convenzione con il Coni e la proposta di adeguamento, nei 21 Corecom italiani, per un documento unitario su norme, competenze e durata settennale parificata all’Agcom. Al meeting hanno preso parte il presidente Vincenzo Cimino, il vice Adriano Iannacone e i dipendenti della struttura Nicola Montagano e Luigi D’Addona. Di forte interesse tra i membri del Corecom anche e soprattutto la figura dei giornalisti componenti del Comitato, spesso impossibilitati da restrizioni normative ad esercitare la professione in contemporanea al mandato. A differenza di altre categorie (commercialisti, avvocati, consulent del lavoro) senza ottenere il giusto riconoscimento in ordine a salario e reinserimento nel contesto lavorativo dopo il lustro, si sta cercando di dare l’opportuno equilibrio ad un Comitato che cerca figure altamente professionali ed equidistanti dalla politica, senza poi darne la necessaria tutela. Per questo motivo, i 21 Corecom stanno lavorando per armonizzare leggi e regolamenti regionali, chiedendo sostegno istituzionale all’Agcom, su stimolo e spinta del Corecom Puglia, Molise, Veneto. Nel frattempo, occhi puntati alla comunicazione istituzionale per le europee e le amministrative, con Corecom in allerta per la imminente campagna elettorale.

Articolo precedenteSanta Maria del Molise. Approvato il rendiconto della gestione 2023. Il Sindaco Labella illustra i risultati raggiunti.
Articolo successivoDAL MOLISE A SAN PIETRO A ROMA PER LA FESTA NAZIONALE DELL’AZIONE CATTOLICA