Come contagiare e farsi contagiare dal sorriso. Ci hanno pensato gli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria San Giovanni Bosco che, con una lodevole iniziativa, hanno voluto diffondere non solo la speranza, in questo Natale funestato dall’emergenza sanitaria, ma anche e soprattutto lo spirito di solidarietà e di amore, valore intrinseco nell’azione formativa della scuola ed enunciato insostituibile per la crescita civile, morale e culturale delle future generazioni.

Restituire il sorriso al Natale, è questo il messaggio degli alunni della Scuola Primaria S.G.B in occasione della festività natalizia. Un modo per manifestare la volontà di continuare a sorridere nonostante la situazione contingente che impone nuove regole e limita i contatti.

Il sorriso e l’apertura al prossimo, però, anche in tempo di Covid, non possono mancare, ed è per questo che gli alunni delle classi quinte dell’Istituto hanno voluto portare il loro personale augurio di speranza e solidarietà a chi sarà costretto a trascorrere il Natale da solo e lontano dai propri cari.

Il regalo, con tanto di fiocco rosso, è un video realizzato dai bambini contenente numerosi videomessaggi, conditi di performances divertenti e toccanti di danza, musica, canto e poesia, con l’obiettivo di arrivare al cuore e accendere il sorriso dei meno fortunati in questo Natale.

I destinatari sono i tanti ospiti delle case di riposo presenti sul territorio a cui giungerà il fortunato sorriso e la gioia di esserci dei piccoli protagonisti e gli operatori sanitari, medici e infermieri, del Pronto Soccorso e del reparto di Pediatria-Ostetricia dell’Ospedale di Isernia.

Messaggi di ringraziamento per il difficile lavoro che gli operatori sanitari stanno affrontando in questo periodo, come i veri eroi di questo sciagurato momento storico.

Che il sorriso dei piccoli possa essere il motore per mantenere e costruire un mondo migliore!