Il Consiglio regionale del Molise boccia la riforma del trasporto pubblico locale proposta dal governo Toma. La maggioranza è stata battuta in Aula grazie al voto contrario di Aida Romagnuolo, Michele Iorio e Filomena Calenda che hanno votato insieme alle opposizioni. La votazione si è chiusa 11 a 10.

Approvato anche un emendamento presentato dalla consigliera Filomena Calenda grazie al quale il nuovo bando dovrà prevedere un’offerta pubblica aperta e un unico lotto. Caduto nel vuoto l’appello lanciato da presidente della Giunta che chiedeva il ritiro dell’emendamento.

Un duro colpo che, sicuramente, avrà delle ripercussioni nel centro-destra, ma neanche tanto inatteso, viste le dichiarazioni rilasciate da alcuni esponenti di maggioranza nei giorni scorsi. Nei fatti, la legge approvata dal Consiglio è totalmente diversa da quella presentata in Aula.