Seduta movimentata quella di sabato 20 febbraio ad Agnone in Consiglio comunale. Nella sala consiliare, i consiglieri Petrecca (maggiorana) e Scarano (opposizione), hanno avuto un duro scambio di accuse che ha costretto il sindaco Saia a sospendere la seduta, temporaneamente, per ristabilire l’ordine e procedere con i lavori.

Al centro della discussione l’emergenza Covid che ha creato scintille tra i due consiglieri in merito alle misure da mettere in campo per contrastare la diffusione del virus. Il consigliere Scarano ha dato un suggerito all’amministrazione in carica, ma si è sentito rispondere dal collega Petrecca, intervenuto a gamba tesa nella discussione, con un’accusa diretta riguardante la sua sfera personale. Da qui in poi, si è scatenato il putiferio che ha costretto il primo cittadino a sospendere la seduta del Consiglio.