di T.A.

LA VICENDA PALLANTE, CHE ALLA FINE HA RINUNCIATO.

Ed eccoci alla novità che nessuno si aspettava, ossia alla conflittualità interna nel centrodestra molisano circa le candidature per le prossime elezioni amministrative di giugno. E’ accaduto per la candidatura di Pallante, presidente del Consiglio Regionale del Molise, inizialmente proposto a primo cittadino del capoluogo regionale nelle fila del centrodestra. La storia, del resto già nota. Si riuniscono i rappresentanti dei partiti della coalizione per il classico e rituale “tavolo politico” preliminare da cui lasciar scaturire la collegialità sulla candidatura e si pensava che tutto andasse secondo i piani, ma ecco insorgere l’inaspettato : assenze in seno al raggruppamento di centrodestra per definire accordi e nomi in vista delle predette elezioni amministrative nel capoluogo di regione, con qualche dissenso e confronto serrato ! Non tutti cioè, a livello di vertici della coalizione regionale di centrodestra, ad avallare la candidatura proposta ! Più di qualche “distinguo” e soprattutto più di qualche assenza al famoso “tavolo tecnico/politico” ! Dal che la conseguente, ed ovvia, conclusione del tutto : Pallante rinuncia ufficialmente con propria nota alla candidatura a sindaco di Campobasso, preferendo continuare a ricoprire la carica di Presidente del Consiglio Regionale del Molise e coalizione di centrodestra molisana costretta ad andare … in giro a cercare un nuovo candidato da tutti condiviso. Nei prossimi giorni comunque si farà piena chiarezza sulla questione con l’indicazione definitiva ed ufficiale del candidato di centrodestra alla poltrona sindacale di Campobasso. Ma intanto resta la … “stranezza” dell’accaduto, che non denota certo compattezza ed armonia piena nel centrodestra molisano. Passando all’altro fronte politico molisano, lavorìo anche nel centrosinistra regionale per definire il proprio candidato alla poltrona sindacale nel capoluogo di regione.

Articolo precedenteANCORA UN INVESTIMENTO A VENAFRO
Articolo successivoGiuseppe Testa, avvio col botto e leadership nel Trofeo italiano rally: il driver cercese centra il trionfo bis nel Rally del Lazio a Cassino