In chiusura l’Inno ai Santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria cantato in coro dal pubblico in piedi

Un appuntamento di consistente spessore artistico che ha pienamente soddisfatto il pubblico presente. Trattasi del “Concerto di Natale” appena tenutosi all’Annunziata di Venafro, promosso dall’ing. organista venafrano M°  Marciano Oliva unitamente ad altri interpreti quali Marta Paoliello (violoncello), Anna Aurora Greco (violino), Davide Aureli (sax), Nicandro Rodi (tromba), Angela Cicerone (soprano),Gian Piero Frattaruolo (tenore) e Barbara Federici (vocalist), con la presentazione dell’ing. Armando Vendittelli. L’apprezzato programma della serata : Adeste Fidelis, l’Ave Maria sia di Caccini che di Mascagni, Noel Noel tradizionale canone natalizio, quindi il concerto per organo e tromba  in re maggiore di Telemann, l’Astro del ciel, l’Ave Maria Madre di Dio del M° Oliva, Amazing Grace Inno cristiano natalizio, Minuit Chretiens e Laudate Domini in Sanctis. In chiusura di serata, col pubblico in piedi a cantare in coro assieme ai protagonisti del Concerto, l’Inno ai Santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria di Venafro, scritto secoli addietro dal poeta Raffaele Atella e musicato dal canonico Domenico Criscuolo, entrambi venafrani. Un evento, il Concerto di Natale all’Annunziata, la splendida chiesa in stile barocco di Venafro, di tutta valenza musicale ed interpretativa che ha di fatto aperto le imminenti ricorrenze celebrative di fine anno.

Articolo precedenteRifiuti in strada a Ceppagna. Il Video
Articolo successivoUN PO’ DI STORIA, QUELLA VERA. IL MARESCIALLO ERNESTO MARI E LA SUA ORRENDA FINE NELL’ABISSO PLUTONE