di Redazione

Il Sindaco di Venafro, l’Avvocato Alfredo Ricci, ha firmato il decreto con cui ha attribuito ai Consiglieri Comunali gli incarichi specifici nelle diverse materie dell’Amministrazione. Questi i compiti affidati ai singoli rappresentanti di maggioranza i quali, come spiega lo stesso Sindaco, hanno voluto l’assegnazione di un settore specifico a cui dedicarsi in maniera prevalente, a conferma della vitalità e dell’entusiasmo dell’impegno di ciascuno.

Al Consigliere Dario Ottaviano: Cultura, Biblioteca, Sport, Rapporti con l’associazione Città dell’Olio; a  Ilary Bucci: Viabilità, Decoro Urbano, Arredo Urbano, Pari Opportunità; alla Consigliera Anna Barile: Edilizia Residenziale Pubblica e Sociale, Turismo, Promozione dei Prodotti del Territorio e Sviluppo del Marchio DECO, mentre per  il  Consigliere Aurelio Elcino il compito di occuparsi delle  Frazioni, Organizzazione di Eventi e Spettacoli, Rapporti con le Associazioni e la Proloco. Al Consigliere Fabio Falciglia: Politiche Giovanili, Protezione Civile; e infine, al Consigliere Massimo Zullo la delega  all’Agricoltura, Fida Pascolo.  “Si viene così a completare il quadro delle materie in cui ciascun amministratore sarà impegnato in maniera prevalente. E non è un caso – sottolinea il sindaco Riccise ho scelto questo momento per adottare tale decreto, a fine anno, subito dopo il compimento del primo semestre dall’insediamento a seguito delle elezioni dello scorso maggio, e nelle ore in cui approviamo in Consiglio Comunale il primo bilancio di previsione dell’attuale Amministrazione”.  “Insomma, dopo il rodaggio dei primi mesi, che hanno consentito anche di conoscere meglio le materie verso cui ciascun Consigliere, soprattutto quelli eletti per la prima volta, hanno maggiore predisposizione a impegnarsi, con questi incarichi ciascun Consigliere potrà seguire maggiormente e in prima persona uno specifico settore della vita amministrativa comunale, in maniera ulteriore rispetto a quanto già di competenza di ciascun Consigliere Comunale. E in tal senso è importante che tutti i Consiglieri abbiano voluto l’assegnazione di un settore specifico a cui dedicarsi in maniera prevalente, a conferma della vitalità e dell’entusiasmo dell’impegno di ciascuno. Non escludo che nei prossimi mesi gli incarichi potranno essere ulteriormente integrati, in considerazione delle esigenze dell’Amministrazione e d’intesa con ciascun Consigliere”.

Articolo precedenteCosa va in prescrizione nel 2024: ecco quali debiti, bollette e tasse verranno prescritti e gli anni non più rilevanti
Articolo successivoA Larino l’iniziativa “Sistemazione a verde del Parco in prossimità di Via Aldo Moro”