di Redazione

IN UN CONVEGNO A CAMPOBASSO ILLUSTRATI POSITIVI RISCONTRI DI UN PROGETTO SINERGICO FRA L’ORGANIZZAZIONE, IMPRESA VERDE MOLISE E LO STUDIO D’ITRI.

La vendita diretta attuata dalle aziende agricole come modello di sviluppo e crescita per le stesse e garanzia di tracciabilità e genuinità per il consumatore: di questo si è parlato nel corso del convegno tenuto nei giorni scorsi nella Sala convegni di Coldiretti Molise a Campobasso. L’incontro ha costituito l’evento conclusivo del progetto “Short Food Supply Chains – Semplici Formule per Sistemi di Cooperazione”, realizzato da Coldiretti Molise, Impresa Verde Molise (la società di servizi di Coldiretti Molise) e lo Studio D’Itri, nell’ambito della Misura 16 – Cooperazione del PSR 2014 – 2020, Sottomisura 16.4 – Sostegno alla cooperazione di filiera. Presenti all’incontro in veste di relatori: il Direttore regionale di Coldiretti Molise, Aniello Ascolese, la Coordinatrice Gestionale di Impresa Verde Molise, Graziana Argese, e l’ingegner Donato D’Itri titolare dell’omonimo studio tecnico che ha curato l’aspetto informatico del Progetto. Finalizzato al sostegno per la creazione e lo sviluppo di filiere corte con non più di un intermediario tra agricoltore e consumatore, il Progetto ha coinvolto numerose aziende agricole e zootecniche socie di Coldiretti e accreditate alla Fondazione Campagna Amica che effettuano la vendita diretta dei loro prodotti. “Inizialmente – ha spiegato il Direttore Ascolese – il Progetto ha coinvolto circa 10 aziende presenti al mercato coperto Campagna Amica di Campobasso, aperto il giovedì ed il sabato, ma, nel corso dei mesi, i positivi riscontri economici ottenuti dalle stesse e l’apprezzamento della clientela, sempre più numerosa e fidelizzata, hanno fatto sì che il numero delle partecipanti salisse considerevolmente, creando così le condizioni per l’apertura di un secondo mercato coperto di Campagna Amica in Molise, questa volta ad Isernia che è aperto il martedì e venerdì”. “L’aumento del numero delle aziende, l’apertura di un nuovo mercato ad Isernia, oltre alle decine di mercati all’aperto e partecipazione delle aziende ad eventi sul territorio – ha aggiunto Graziana Argese – dimostrano come la vendita diretta sia una reale opportunità di crescita per le aziende agricole e zootecniche del nostro territorio e per questo va incoraggiata e sostenuta”. “Il successo del Progetto – ha infine aggiunto l’ing. D’Itri – è stato possibile anche grazie alla creazione di una piattaforma web con un sito Internet dedicato (www.mercatomio.it) ed una App per sistemi operativi Android e IOS, in modo da poter essere utilizzata da qualsiasi tipo di smartphone. Una piattaforma – ha aggiunto – che consente la gestione dei flussi logistici, come ad esempio gli assortimenti dei prodotti in vendita, e di quelli informativi quali: statistiche, ordini e comunicazioni con gli utenti”. In sintesi un sistema innovativo di supporto oltre che per i consumatori, che possono effettuare acquisti on line, anche per le aziende che dall’analisi dei dati raccolti hanno la possibilità di indirizzare le loro produzioni in base alla richiesta delle varie tipologie di prodotti da parte dei consumatori.

Articolo precedentePOSTE ITALIANE: ROCCARAVINDOLA, ECCO IL NUOVO UFFICIO POSTALE “POLIS”
Articolo successivoCGIL Molise. Supporto al Molise PRIDE del 13 luglio a Isernia