Il Molise, da mercoledì 31 ottobre 2018, ha otto nuovi agrichef. Al termine di una tre giorni di formazione, tenuta presso l’agriturismo Atemide di Riccia, Terranostra ha diplomato i nuovi agrichef che verranno iscritti nell’albo nazionale di categoria. Tutti titolari di agriturismi molisani, appartenenti al circuito di Coldiretti Campagna Amica, i neochef hanno ricevuto una formazione completa, cimentandosi in lezioni pratiche ai fornelli e teoriche sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, sulla sicurezza alimentare nonché sulla comunicazione per imparare a presentare e valorizzare al meglio le peculiarità culinarie dei loro territori.

La formazione di Agrichef è un progetto firmato Coldiretti e Campagna Amica che spazia dalle tecniche e tecnologie di cottura, all’ottimizzazione dei tempi di preparazione, dalle modalità di conservazione al pricing, dall’impiattamento alla mise en place, dalla comunicazione all’abbinamento vino/cibo. L’agrichef può essere definito come un valore aggiunto al piatto, dato proprio dal fatto che sono gli stessi contadini a coltivare o allevare quel che poi cucinano e servono in tavola. A salire in cattedra sono stati gli agrichef Diego Scaramuzza, presidente nazionale di Terranostra, Felice Amicone, presidente regionale Terranostra Molise, e Gabriele Maiezza, presidente regionale Terranostra Abruzzo.

Nel corso delle esercitazioni pratiche in cucina, i partecipanti hanno avuto modo di affinare le tecniche di preparazione dei cibi, avvalendosi di docenti di livello e utilizzando esclusivamente materie prime a km zero, ovvero provenienti direttamente dalle loro aziende o acquistate all’Agrimercato di Campagna Amica a Campobasso. Abbinamenti cibo-vino e rivisitazione di piatti della tradizione costituiranno un momento importante dell’attività formativa che ha fornito spunti interessanti agli aspiranti agrichef di arricchire anche i propri menù.

Il corso è terminato alla presenza del direttore regionale di Coldiretti Molise, Aniello Ascolese, e del Segretario nazionale di Terranostra, Tony De Amicis che ha consegnato le divise ed i diplomi ai partecipanti. Quello concluso oggi è solo il primo corso cui ne seguiranno a breve altri, miranti a qualificare sempre più e sempre meglio gli agriturismi appartenenti al circuito Campagna Amica, consentendo in tal modo di valorizzare il territorio e le sue peculiarità enogastronomiche e produttive, in linea con le esigenze di consumatori sempre più attenti alla qualità di ciò che si porta in tavola.

Articolo precedenteIsernia – Domenica 4 novembre, commemorazione dei Caduti e la celebrazione della “Festa dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate”
Articolo successivoReggia di Caserta, il MuseC di Isernia prende parte all’evento “Promenade e Ballo delle Nazioni”