Il Presidente di Confindustria Molise Enrico Colavita è intervenuto stamane al meeting organizzato dall’Onorevole Laura Venittelli  – ospite il Sottosegretario all’Economia Pierpaolo Baretta – per parlare della legge di bilancio.

Dopo aver sottolineato l’importanza di ascoltare le parti sociali, metodo al quale il Presidente Colavita tiene tantissimo, il numero uno degli industriali molisani è intervenuto evidenziando la posizione di Confindustria sulla legge.

“Le priorità per noi sono i nostri giovani e la riconferma degli strumenti di Industria 4.0. La legge di bilancio va in questa direzione, anche se le misure messe in campo non sono misure shock ,come quelle che il nostro sistema industriale aveva chiesto.

Infatti sui giovani Confindustria aveva spinto per l’azzeramento del cuneo fiscale e dei contributi per tre anni per i neo-assunti. Nella prossima legge di bilancio c’è invece una misura più “soft” che punta a un dimezzamento triennale permanente.

Per quanto riguarda il Piano di agevolazioni per la digitalizzazione delle imprese, Confindustria aveva evidenziato al Governo la necessità di riconfermare alla scadenza gli strumenti di Industria 4.0, dal superammortamento all’iperammortamento, perché hanno fatto ripartire gli investimenti in Italia”.

Colavita infiene ha ripreso un tema caro agli industriali: “La competitività delle imprese e la centralità della questione industriale sono la precondizione per rendere strutturale lo sviluppo. E’ la crescita industriale che determina l’occupazione che riguarda le famiglie italiane e non c’è dicotomia tra imprese e società e tra famiglie e imprese. Chi è contro l’industria è contro l’Italia.

Non dimentichiamoci mai che l’Italia è il secondo Paese in Europa per la forza della sua manifattura!

Articolo precedenteRiserve idriche scarse, disagi alla popolazione: Il Sindaco di Larino scrive a Molise Acque
Articolo successivoLegge elettorale regionale, il collegio unico non piace nemmeno al PD del Basso Molise