Nella giornata di ieri, presso il CUP del ‘Vietri’ di Larino, i cittadini si sono trovati davanti un cartello che indicava la chiusura dello sportello causa dell’assenza, per malattia, dell’operatore.

Ci auguriamo che lo stesso possa rimettersi il più presto possibile, ma ci continuiamo ad interrogare come mai l’ASReM non è organizzata sulla continuità dei servizi essenziali, forse l’Azienda non si è resa conto che lo sportello del CUP è garantito solo dalla presenza di un operatore? Rimane un dato di fatto, il disservizio ai cittadini.

Cittadinanzattiva Molise ha chiesto l’immediata riapertura del CUP per non interrompere il percorso di cura, già molto precario su tutto il territorio. Quindi non solo gli ospedali, ma anche la gestione di uno sportello sembra sia di difficile organizzazione e gestione da parte dell’ASReM.

Cittadinanzattiva, però, è fiduciosa nell’immediata soluzione che la struttura dell’ASReM troverà sia nel ripristinare l’apertura del CUP, sia per un sistema organizzativo a catena che può garantire la continuità dei servizi sanitari essenziali che sono un diritto dei cittadini.