Il Questore della Camera e presidente della Direzione Nazionale di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli, interviene in merito all’aggressione subita dagli agenti della polizia penitenziaria nel carcere di via Cavour a Campobasso.

Totale solidarietà ai quattro agenti della Polizia Penitenziaria, in servizio presso il carcere di Campobasso, aggrediti da un detenuto nigeriano, che li ha presi a morsi staccando, ad uno di loro, persino un pezzo di orecchio ingoiandolo. Siamo di fronte ad un episodio agghiacciante, all’ennesima inaudita violenza da parte di un delinquente straniero, che auspico venga immediatamente espulso per scontare la pena nel suo Paese d’origine. E’ ormai evidente che l’emergenza sicurezza nelle carceri italiane sia sfuggita di mano al ministro della giustizia Bonafede. Per questo è arrivato il momento che intervenga direttamente il premier Conte, prendendo il posto del Guardasigilli, perché non è capace di difendere la Polizia Penitenziaria. Lo dimostra l’assenza tutt’oggi di norme adeguate e di strumenti utili alla difesa: subito taser e spray al peperoncino ai poliziotti penitenziari“.