L’attacco al Ministro Giulia Grillo è riportate nelle dichiarazioni rilasciate dal governatore Donato Toma a “Il Quotidiano Sanità” che riportiamo integralmente.

In Molise hanno chiuso il punto nascita di Termoli, per noi questa è un’azione gravissima che riteniamo politicamente attribuibile alla ministra Grillo. Ho fatto presente in Conferenza delle Regioni che avevamo un accordo con il Ministero della Salute per discutere nei tavoli tematici per il Patto per la salute tante tematiche, tra cui i commissariamenti e l’altra erano appunto i punti nascita”. È quanto ha dichiarato il presidente del Molise Donato Toma a margine dei lavori della Conferenza dei presidenti.

“Io – ha proseguito -nel frattempo, nel rispetto della leale collaborazione, ho aspettato di discutere di questo tema ai tavoli, ma intanto che aspettavamo il ministro ha chiuso il punto nascita di Termoli. Noi nel frattempo non stiamo discutendo nulla sul Patto per la Salute e oggi ho chiesto al presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, di inviare immediatamente, oggi stesso, una missiva al ministro Grillo perché fosse sensibilizzata su questo gravissimo problema, noi non possiamo più aspettare”.

E infinte Toma minaccia: “Qualora dovesse arrivare un provvedimento che riguarda la sanità, e che doveva essere discusso per accordi già presi nell’ambito del Patto per la Salute, se questa discussione non avviene il Molise potrebbe non dare l’intesa”.

Sul punto ha parlato anche il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini che ha gettato acqua sul fuoco “Difficile per un punto nascita si blocchino le intese ma chiaramente ciò spetta alle scelte di ogni presidente. Quello su cui il presidente Toma ha completamente ragione è che è un anno che abbiamo chiesto al Ministero di convocare un Tavolo per discutere dei Punti nascita e mi auguro che il Ministro Grillo ascolti questa richiesta”.

http://www.quotidianosanita.it/molise/articolo.php?articolo_id=75493