di Tonino Atella

Si reclama la svolta societaria per puntare alla serie D, dopo le ultime anonime stagioni calcistiche.

Una domanda sostanziale e decisiva per il futuro del calcio venafrano, dal passato tecnicamente importante -si pensi all’era del Presidente Umberto Cappellari, con ingaggi di giocatori di tutto rilievo-, con trascorsi quinquennali in serie D riconducibili alla Presidenza Nicandro Patriciello che continua ad essere al vertice societario da diversi decenni e che oggi si pone l’interrogativo cui si accennava in apertura : “Che fare del Venafro Calcio ?”. Già, la domanda è di quelle pesanti ! Ancora il presidente in carica : “Occorre rinnovare la società calcistica -aggiunge questi- trovando risorse finanziarie nuove e gente disposta ad impegnarsi. Personalmente non mi tiro indietro, continuerò a far parte della famiglia calcistica venafrana, ma da solo non intendo proseguire. Lo sto facendo da diversi decenni, ho dato tanto ed é tempo che altri entrino nell’Unione Sportiva Venafro garantendo risorse nuove e finalmente risultati diversi e vittorie. Venafro merita la serie D, ma per centrare l’obiettivo occorrono altre disponibilità finanziarie. Invito perciò quanti sono interessati a proporsi e farsi avanti. Sono disponibile a qualsiasi discorso. L’importante è avviarlo su basi concrete e in tutta serietà. Occorre però decidersi nell’immediato per organizzare al meglio il prossimo campionato di eccellenza, quale trampolino per salire in D. Non è il caso, si creda, disputare un’altra anonima stagione calcistica di eccellenza, senza pubblico al “Del Prete”, senza seguito popolare e quindi senza interessi. No, occorre voltar pagina e per farlo serve un rinnovato e volitivo team societario. Nicandro Patriciello c’è ! Aspetto altri amici ed appassionati del calcio venafrano !”. Parole chiare quelle del vertice dell’Us Venafro, che chiedono iniziative reali e concrete per rilanciare il calcio cittadino. Ci saranno ? “La piazza” lo spera tantissimo, dopo le ultime anonime stagioni calcistiche appena disputate !

Articolo precedenteNella preserata di domenica 5 giugno si corre a Venafro il XX° Trofeo San Nicandro di corsa su strada
Articolo successivoVenafro in dissesto, il Comune nomina l’avvocato e spende 22mila euro