Ad annunciarlo sono i Consiglieri comunali di minoranza Angelo Armenti e Gustavo Armenti.

Certi di fare cosa gradita, informiamo la Cittadinanza che il giorno 20 MARZO 2018 sarà aperto al pubblico l’ufficio postale di Indiprete nei nuovi locali di Via Coniglio. Lungi dal voler millantare meriti, crediamo che la riapertura dell’ufficio postale è dovuta anche al nostro costante impegno, smentendo la Giunta e coloro che hanno insinuato che la Minoranza, nella persona del Capogruppo, avrebbe messo in atto interventi per farlo chiudere.

Infatti, appena avuto notizia della chiusura dell’ufficio postale di Indiprete, in quanto il locale utilizzato era privo delle certificazioni di agibilità e di idoneità statica, ci siamo attivati per reperire un immobile e ci è sembrato ragionevole proporre a Poste Italiane quello che fino a qualche anno fa aveva ospitato la banca, dopo aver acquisito la disponibilità del proprietario, anche se il locale proposto non è di gradimento a qualcuno, che pensava di allocare l’ufficio in un’altra zona del territorio comunale.

Sentiamo il dovere di ringraziare i Funzionari dell’Area Immobiliare Sud 1 ing. Napolitano ed il dr. Randazzo, che hanno raccolto le nostre continue e pressanti sollecitazioni, accelerando gli adempimenti burocratici per la sottoscrizione del contratto di locazione e per l’affidamento dei lavori, diretti con professionalità e competenza dall’arch. Rossi.

Gli spazi del locale sono organizzati in modo funzionale e secondo gli standard d’immagine di Poste Italiane, con arredi nuovi e con la presenza del postamat, privi di barriere architettoniche, dove gli utenti avranno la possibilità di fruire dei servizi in modo pratico e sicuro in un ambiente accogliente ed a Poste Italiane di poter ampliare la gamma dei servizi offerti all’utenza e, quindi, incrementare i ricavi che consentiranno alla stessa società un ritorno del notevole investimento fatto sia per l’esecuzione dei lavori che per l’arredamento dell’ufficio.

Ci auguriamo che il nuovo ufficio sarà utilizzato anche da cittadini dei Comuni limitrofi, dove i servizi postali sono assicurati solo per qualche giorno alla settimana.