Riceviamo e pubblichiamo

I supereroi non hanno paura! Come si fa un tampone ad un bambino molto piccolo? Basta essere creative e… unite! E’ una storia questa, una bella storia, di collaborazione, di amicizia, di empatia, di cura.

Le mamme dei bambini della scuola dell’infanzia di Casacalenda si sono chieste come riuscire a far affrontare al meglio ai loro piccini il fastidioso tampone a cui, ieri pomeriggio, si sono dovuti sottoporre per scongiurare un possibile focolaio di Covid.

Sono state a dir poco geniali!

In una lunga conversazione in chat (per una volta “evviva la chat!”), hanno inventato una storia da raccontare ai loro bambini e hanno condiviso speranza e armonia dove, fino a poco prima, c’era solo timore e tensione.

Un ragnetto birichino, piccolo piccolo e malandrino,

si e’ intrufolato nel nasino

ma chissà di quale bambino!

Non c’e’ nulla da temere

ma un signore vestito di bianco lo vuole sapere!

Chi avrà il ragnetto nel nasino?

Lo so Io, Lo so IO!!

E’ un Supereroe… Bambino!

Le mamme hanno raccontato questa storia ai loro piccini e l’allegria e la curiosità di sapere nel nasino di quale bambino fosse nascosto il ragnetto, ha trasformato una necessità in una occasione di crescita per tutti.

Le mamme hanno così deciso che tutta l’operazione dovesse essere a misura dei sogni dei loro bambini.

I piccini sono stati accompagnati dalle famiglie ed, uno alla volta, vestiti col costume di carnevale, in un ambiente accogliente con tanto di musica, si sono sottoposti al test.

Dopo la “ricerca del ragnetto” nei loro nasini con una bacchettina lunga e bianca, hanno ricevuto un meritatissimo diploma di coraggio da supereroe e un piccolo regalo.

Anche in questo le mamme hanno dimostrato di essere affiatate: hanno scelto insieme dei disegni da colorare coi i personaggi più amati dai loro bambini, li hanno raccolti in piccoli album e confezionati per ciascuno di loro.

Il Bazar del paese – la cui titolare Antonietta Moriello e’ anch’essa una supermamma – ha mandato a ciascuno di loro una scatola di colori.

… e così i nostri piccoli bambini, alla ricerca del ragnetto dai superpoteri, vestiti da supereroi, hanno affrontato una prova con coraggio e sorridenti, insegnando a tutti, ancora una volta, che anche sognando si cresce.

Le donne e mamme di Casacalenda hanno dimostrato, ancora una volta, di saper essere brillanti e pragmatiche anche e soprattutto nell’affrontare le crisi.

Hanno trovato nella Dirigente Scolastica – Prof Filomena Giordano -, nelle maestre – in particolare in Sonia Melfi – nel collaboratore scolastico – Piero Tozzi -, nella Protezione Civile – Associazione di Volontariato Provenza – e nel vigile del paese, degli ottimi sostenitori e alleati, in tutti i momenti e persino sotto la pioggia battente!

… Le Signore hanno regalato, oggi, a tutti, un grande insegnamento: e’ insieme che si diventa migliori!

Le mamme della scuola materna

Articolo precedenteI “futuri pasticceri” d’Italia riuniti per il Cooking Quiz: gli studenti dell’Ipseoa “Federico di Svevia” di Termoli (CB) passano in Finale!
Articolo successivoPronto Soccorso di Isernia al collasso, il personale sanitario denuncia: Situazione drammatica