Bruno Pallotta aveva 49 anni, era un allevatore di Capracotta molto sconosciuto e ben voluto da tutti. Era il uno dei titolari dell’omonimo caseificio sito nel Comune altomolisano.

Il 49enne è morto a causa di una caduta in un burrone, mentre era in cerca di una mucca che si era allontanata dalla sua zona. E’ stato lui stesso ad allertare i soccorsi chiamando il cognato. Gli uomini dei Vigili del Fuoco e del Soccorso Alpino, hanno tentato di tutto per salvarlo il più rapidamente possibile, ma la zona impervia ha reso le operazioni più complicate del previsto.

Nella tarda serata di ieri, il corpo dell’uomo, è stato recuperato privo di vita. I traumi e le ferite riportate nell’impatto non gli hanno lasciato scampo. Sulla vicenda è intervenuto il sindaco Candido Paglione che ha parlato di una tragedia immane per tutta la comunità di Capracotta.