Ad aprire la conferenza stampa dello Ulivo 2.0, questa mattina, lunedì 13 novembre, a Campobasso, è stato il sen. Roberto Ruta (PD). Oltre a Ruta, erano presenti Danilo Leva (Mdp), Michele Durante (Possibile-Lab), Nicola Macoretta (Comunisti Italiani), Vincenzo Notarangelo (Sinistra Italiana), Ivan Perriera (Italia dei Valori) e Adele Fraracci ([email protected]).

“Oggi l’Ulivo 2.0 si presenta arricchito da una presenza importante e rilevante, quella degli esponenti di [email protected], – ha detto Ruta – che mantenendo la loro piena autonomia, sono qui collegati con l’Ulivo 2.0. [email protected] ha partecipato con noi alla redazione di 100 nominativi che hanno dato la disponibilità a candidarsi nelle liste di Ulivo 2.0 o in una delle liste ad esso collegate.

Tutti i candidati hanno sottoscritto con questa dicitura: il sottoscritto è disponibile ad esprimere la volontà e da la disponibilità a candidarsi in una delle liste di Ulivo 2.0 o in una lista ad esso collegata, riservandosi di scegliere la lista più confacente alle proprie sensibilità politiche e culturali. Autorizza la pubblicazione, ovviamente, dei nominativi.

Le liste alla Regione sono formate da 20 persone più il candidato presidente. 100 nominativi compongono 5 liste. Ringrazio tutti per la disponibilità straordinaria, quelli presenti e non presenti, che non mi hanno chiesto: che possibilità ho di essere eletto?

Questa è una novità importante della politica. Ci si candida senza paracadute, ma solo per la voglia di partecipare ad un progetto che ricostruisca le ragioni fondanti del centro-sinistra, nelle sue ragioni e nei suoi valori. Come procederemo? Noi diamo ancora 15 giorni, fino a fine novembre, per raccogliere attraverso i soggetti promotori, e quindi filtrati dai soggetti promotori, le persone che vogliono dare ancora la disponibilità alla propria candidatura. – prosegue il senatore –

In questo elenco non troverete gli “squali” della politica, i “furbissimi, in questo elenco troverete persone che hanno detto “io ci sto” perché voglio cambiare le cose, voglio che la politica torni ad essere una questione nobile, pulita e bella. Noi abbiamo scelto espressamente le persone che puntano sulla generosità e puntano su una correttezza comportamentale che è fondante del centro-sinistra.

Con i 100 nominativi, più gli altri che si aggregheranno nei 15 giorni successivi, arriveremo a 120 o 140, ognuno di questi accrediterà un numero congruo di persone, orientativamente 10, che avranno diritto di voto.

Ci riuniremo in un palazzetto dello sport, – conclude Ruta – probabilmente a Campobasso, dove almeno 1000 persone avranno diritto di voto e sceglieranno con voto libero e segreto il presidente dell’Ulivo 2.0 incaricato a rappresentare nell’elezione regionale del 2018 la carica di presidente della Giunta regionale.

Questa vuole essere una coalizione di centro-sinistra, aperta esattamente al centro-sinistra e a null’altro.

Ecco i primi cento nomi: