Scopo della Festa rinnovare l’affermazione del culto e del rispetto dell’albero come strumento di progresso civile, sociale, ecologico ed economico della collettività.

I prossimi 21 e 22 novembre si festeggerà la tradizionale “Giornata nazionale degli Alberi” che, in forza della legge n. 10 del 2013, ha sostituito la tradizionale “Festa dell’albero”, celebrata in Italia dal lontano 1898 su iniziativa dell’allora Ministro della Pubblica Istruzione Guido Baccelli.

L’evento, caratterizzato da molteplici iniziative che si svolgeranno in tutto il territorio nazionale, vede direttamente coinvolta la specialità Forestale dell’Arma dei Carabinieri attraverso le sue articolazioni territoriali.

Nella Provincia di Campobasso, lunedì 21 novembre 2022, si terranno 27 eventi e tutte le Stazioni Carabinieri Forestali dipendenti, in collaborazione con le Amministrazioni comunali, realizzeranno presso scuole, sedi istituzionali, parchi e giardini pubblici, una capillare “messa a dimora” di oltre 140 piantine, di specie differenti (arboree e non arboree), distinte per le specifiche fasce di compatibilità fitoclimatica, e contestualmente un’attività di sensibilizzazione e divulgazione ambientale.

La “Giornata nazionale degli Alberi” si inserisce oggi nel più ampio quadro delle azioni intraprese al fine di diffondere tra le nuove generazioni la consapevolezza dell’assoluta necessità di salvaguardare e valorizzare l’ambiente e il patrimonio arboreo e boschivo, di ridurre le emissioni inquinanti, di prevenire il dissesto idrogeologico e di migliorare la qualità dell’aria. Le nuove generazioni avranno dunque l’occasione di riflettere sul ruolo dell’albero, detentore di memoria, fonte di risorse preziose, necessarie a migliorare la qualità della vita dell’uomo.

Le piantine, una volta messe a dimora, saranno geolocalizzabili sul sito www.unalberoperilfuturo.rgpbio.it dove, attraverso un algoritmo, viene calcolato in tempo reale il quantitativo di CO2 che ogni pianta assorbe, contribuendo con ciò al contenimento dell’inquinamento ed alla lotta ai cambiamenti climatici.

Inoltre, si è dato avvio quest’anno al progetto “Alberi: linfa delle città” con l’idea di stimolare il recupero di aree urbane degradate attraverso la messa a dimora di alcuni alberi autoctoni e l’installazione di un tavolo, una panchina nonché di una bacheca in legno nella quale verrà posizionato un pannello sul quale saranno riportate una serie di informazioni relative al progetto, al territorio locale e alle specie vegetali utilizzate, volte a suscitare nei cittadini una maggiore curiosità e attenzione verso le tematiche ambientali, nella prospettiva di ampliare, nella società, la consapevolezza del dovere di ognuno di rispettare e proteggere la natura.

Nel capoluogo è stata individuata – in collaborazione con l’Amministrazione Comunale – un’area per la realizzazione della predetta iniziativa posta in Via Liguria, adiacente un fabbricato di edilizia residenziale pubblica convenzionata.

Nell’area sopra indicata, durante la manifestazione che si terrà il giorno 22 novembre p.v., verranno infatti messi a dimora giovani alberi e inaugurato l’arredo urbano ivi realizzato. L’evento vedrà la presenza degli Alunni dell’Istituto Comprensivo “Jovine” di Campobasso cui sarà illustrata l’iniziativa relativa al progetto “Alberi: linfa della città”

In tale circostanza interverranno, in servizio di rappresentanza, il Nucleo cinofilo del Gruppo Carabinieri Forestale di Isernia e una pattuglia ippomontata del Reparto Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro.

Articolo precedenteCAMPOBASSO, DOMANI AL TEATRO SAVOIA L’ARS TRIO OMAGGIA IL GENIO COMPOSITIVO FEMMINILE
Articolo successivoCampobasso, collaborazione prestigiosa per la Scuola dell’Infanzia di Sant’Antonio di Padova nel progetto “Corso di avviamento allo sport di base”