Quando il segno diventa anima e la materia diventa leggera come il vento allora è il momento di inchinarci all’Arte. 

“COLLECTA GRATIA”, raccolta delle opere dell’artista molisano Marcello Scarano, in esposizione fino al 31 maggio nella galleria del Palazzo Gil a Campobasso, si arricchisce con il primo momento di confronto sulla vita e sul materiale pittorico di quello che è definito il più importante artista del ‘900 molisano.

Con il coordinamento di Palladino Editore nell’auditorium della Fondazione Molise Cultura, si terrà mercoledì 4 maggio alle ore 18,30, l’incontro sul tema “Marcello Scarano – Il segno e la materia – Quando le pietre diventano nuvole”.

Il convegno vedrà l’intervento introduttivo di Antonio Picariello, curatore della mostra, di Flavio Brunetti che con la sua fotografia narrerà i favolosi particolari della pittura di Marcello Scarano, della giornalista Vittoria Todisco che, grazie all’amicizia profonda con le sorelle del pittore riporterà avvenimenti e aneddoti della sua vita, mentre Antonio De Attellis dimostrerà come il segno grafico, nella semplicità e nella naturalezza del grande artista molisano, possa aver resa eterea la materia.