Grande entusiasmo per la cerimonia di premiazione “Storie di alternanza” organizzato nella mattinata di ieri, martedì 4 giugno, presso l’Ente Camerale nella sede di P.za della Vittoria a Campobasso.

L’iniziativa ha contribuito a mettere in luce  i progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado.

L’ormai tradizionale iniziativa ha coinvolto in questa edizione ben 150 studenti di 10 scuole della regione e decine di tutor, tra scolastici ed esterni.

Per la categoria Licei, un ex-aequo per il primo posto.

  1. Primo Classificato ex aequo, categoria Licei: Progetto THE YOUNG CREATIVITY dell’Istituto di Istruzione Superiore “Cuoco – Manuppella” di Iernia

L’idea chiave è stata quella di promuovere all’esterno l’estro creativo degli studenti contribuendo alla valorizzazione dei beni culturali e promuovere la didattica per competenze associando al “saper fare il saper essere”.

Gli alunni della sezione moda del Manuppella, all’interno della sede dell’Azienda Tessile molisana “Moda Impresa” hanno sperimentato le fasi ideative e progettuali di abiti e accessori moda dimostrando il loro notevole talento. Grazie alla collaborazione con gli esperti del settore hanno ideato e realizzato 30 abiti ispirati al mondo dell’arte, alla natura e alla “bellezza”, che hanno poi sfilato dell’incantevole location della scuola la cui ambientazione scenografica è stata interamente realizzata dagli alunni della sezione Architettura e Ambiente.

I ragazzi della sezione metalli, ospitati dalla Fonderia Pontificia Marinelli di Agnone, hanno appreso le vari fasi della fusione e ideato e realizzato sculture ispirate all’arte contemporanea.

Infine in collaborazione con l’Azienda Smaltimenti Sud di Roccaravindola l’Istituto ha realizzato il progetto “Recycling Design” alla fine del quale gli studenti hanno cercato di realizzare gioielli, installazioni, elementi scenografici, abiti con materiale povero.

L’ISIS “Cuoco-Manuppella” si è distinto per la qualità generale del progetto, dei materiali forniti e del racconto; in particolare è stato apprezzato il forte legame tra tradizione e territorio e l’attenzione alla tematica ambientale con la realizzazione di opere con materiale povero associandolo alla storia della regione.

  1. Primo Classificato ex aequo, categoria Licei: Progetto C’è QUALCUNO CHE HA BISOGNO DI NOI! dell’Istituto Superiore di Larino

La sezione liceale dell’Istituto Superiore di Larino e l’associazione SAE 112 Onlus di Termoli hanno promosso un progetto di primo soccorso, che ha coinvolto gli studenti del triennio.

Le attività sono state progettate per sensibilizzare gli studenti sulla consapevolezza del rischio di alcuni comportamenti e sull’importanza dell’educazione alla sicurezza con l’intento di coniugare e di integrare in modo equilibrato le conoscenze e le competenze minime legate all’educazione alla salute, alla responsabilità personale e alla cittadinanza attiva.

Il progetto è stato elaborato tenendo conto dei bisogni formativi del territorio, caratterizzato da diverse criticità legate alla tutela della salute pubblica. In situazioni di emergenza il tempo è un’arma preziosa e persone adeguatamente formate che intervengono in attesa dei soccorsi rappresentano una risorsa per salvare una vita.

L’Istituto Superiore Larino si è distinto per la creatività e originalità del video, nel suo montaggio e nella perfetta interazione con il tutor esterno.

Per la categoria Istituti Tecnici e professionali ad aggiudicarsi il primo posto Progetto CHARGE AWAY: LA MIA IMPRESA dell’Istituto Tecnico per il Settore Tecnologico “G.Marconi” di Campobasso.

Il progetto proposto è stato rivolto e realizzato dagli studenti della classe quinta A dell’indirizzo di elettronica, tenendo conto delle indicazioni Ministeriali adattandole alla specificità del percorso formativo dell’Istituto. Si tratta di una Impresa Formativa Simulata dal titolo: Charge Away S.r.l. Con questo progetto quindi, il mondo della scuola e dell’impresa diventano realtà integrate tra loro con lo scopo di ampliare e diversificare i luoghi, i modi e tempi di apprendimento dello studente. Il percorso formativo è stato realizzato tramite l’avvicendarsi di momenti di studio, di ricerca e di esperienza nel contesto lavorativo attraverso anche visite aziendali presso lo stabilimento Sorgenia di Termoli, con una condivisione degli obiettivi tra scuola e impresa, nonché ai bisogni formativi degli studenti.

Davvero innovativa l’idea realizzata: i ragazzi del Marconi hanno inventato un metodo per consentire a tutti di ricaricare i propri dispositivi mobili, prevedendo la creazione di un’installazione, dotata di cassette numerate, all’interno della quale ciascun utente può ricaricare, dopo aver pagato la tariffa previste, uno o più device.

Il progetto dell’istituto si è distinto per la qualità generale del progetto e del video, per la chiarezza espositiva e per i contenuti del progetto.