Il Nas Carabinieri di Campobasso, coordinato dal Comandante Luogotenente c.s. Mario Di Vito, a seguito di accertamenti mirati a contrastare il fenomeno dell’abusivismo delle professioni sanitarie, ha denunciato all’Autorità Giudiziaria del capoluogo 5 soggetti ritenuti responsabili del reato di “esercizio abusivo di una professione sanitaria”.

In particolare 2 “falsi audiometristi”, privi del titolo accademico e abilitativo (stabilito dal Decreto del Ministero della Salute n. 667/1994) sono stati sorpresi a Campobasso e nei paesi limitrofi ad effettuare rilievi audiometrici finalizzati alla prescrizione e applicazione di protesi acustiche ad un vasto numero di persone, perlopiù anziane.

In particolare sono stati segnalati, per aver concorso nel reato, anche i titolari delle ditte che hanno fornito le apparecchiature necessarie per le rilevazioni. La documentazione sanitaria rinvenuta, i computer e gli audiometri sono stati sequestrati perché ritenuti utili per il prosieguo delle indagini.

Il fenomeno dell’abusivismo sanitario rappresenta un pericolo per la collettività a causa delle pesanti conseguenze che possono derivare da prestazioni mediche non corrette praticate da persone prive della necessaria preparazione medico-scientifica. Per questo, tale settore, viene costantemente vigilato dai Carabinieri dei NAS al fine di tutelare i cittadini che, ignari, ripongono la propria fiducia in soggetti che possono causare gravi danni alla loro salute.

Articolo precedentePescolanciano – Finti fruttivendoli trasportavano arnesi atti allo scasso nel furgone: Denunciati dai Carabinieri
Articolo successivoDl ministeri, Tartaglione (FI): “E’ solo logica spartitoria poltrone”