Riceviamo e pubblichiamo nota stampa dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Amatori Limosano

Cala il sipario sulla prima edizione della Sei Ore in Pista di Campobasso, ultramaratona corsasi nel Campo di Atletica Nicola Palladino, con un bilancio più che positivo. Novanta gli atleti ai nastri di partenza, in rappresentanza di dieci regioni d’Italia, per cimentarsi sulla Sei Ore, per l’appunto, sulla Maratona e sulla Staffetta 6×1 ora.

Sessantatre i partecipanti alla prima gara, quindici nella seconda e due le squadre (dodici atleti) nella terza: tutti arrivati al traguardo. La gara, organizzata dall’ASD Limosano in collaborazione con la FIDAL e la IUTA (Associazione Italiana Ultramaratone eTrail) era valida quale prova del 15° Grand-Prix IUTA.

La classifica ha visto primeggiare nella Sei Ore in campo maschile Antonio Mario Fiadone (Gruppo Podistico Il Crampo) con 71,912 chilometri, e in campo femminile Roberta Varricchione (ASD Running Telese Terme) che ha percorso 52,198 chilometri. Dieci gli atleti con più di sessanta chilometri percorsi, diciassette quelli con più di cinquanta chilometri.

Nella maratona, vittoria di un nome noto dell’atletica molisana, Ivan Di Mario (Polisportiva Molise), con il tempo di tre ore e trentasei secondi. In campo femminile, primeggia la triatleta Karen Toffi (molisana che corre per i colori dell’ASD Nadir On The Road di Putignano) con il tempo di quattro ore, quaranta minuti e sedici secondi. Unanime il consenso di tutti i partecipanti, sia sull’organizzazione della gara, sia sull’ospitalità ricevuta.