Il vescovo Bregantini accompagnato da un gruppo di 35 coetanei compagni di classe della scuola elementare del Trentino, ha partecipato all’Udienza generale di ieri, mercoledì 13 giugno, per celebrare con loro il 70° compleanno.

E’ stato bello partecipare – ha detto Bregantini – il Papa mi ha salutato con affetto, ed io gli ho riferito di essere in compagnia dei miei compagni di classe e Lui, con grande sorpresa, mi ha risposto “ah! bene e quanti siete?”

Siamo in 35, gli ho risposto. Subito si è recato verso il gruppo per fare una foto tutti insieme e, subito dopo, con la schiettezza che lo caratterizza si è rivolto ai miei compagni per fargli una precisa domanda: ”Ma come si comportava a scuola?” Il sorriso di tutti ed una cordiale stretta di mano sono stati gli attimi più autentici e cordiali, tipici dello spirito di papa Francesco.

Terminata l’udienza, dove il Santo Padre ha posto al centro del nuovo ciclo di catechesi sui Comandamenti e ha posto l’accento ai giovani richiamandoli a non essere “mediocri ma inquieti”, il gruppo dei 35 compagni di classe guidati dal vescovo Bregantini si è recato nella Basilica di san Pietro.

La giornata si è conclusa con una Celebrazione Eucaristica nella Basilica presieduta dall’arcivescovo GianCarlo Bregantini in ricordo della loro maestra Anna, educatrice incisiva e di amabile autorevolezza.