La Corte d’appello di Campobasso, presieduta dal presidente Pupilella, giudici a latere Paolitto e Fiorilli, ha assolto Enzo Di Gaetano.

Il giornalista isernino, in primo grado, era stato condannato nel 2016 dal tribunale di Isernia per estorsione, ma in secondo grado la sentenza è stata completamente ribaltata dalla Corte d’appello, che lo ha scagionato, ritenendolo del tutto estraneo alle accuse formulate a suo carico.

Il giornalista era difeso dagli avvocati Massimo Motisi e Cinzia Calafiore, del Foro di Palermo, e da Oreste Scurti del Foro di Isernia. La difesa ha smontato, carte alla mano, una ad una, tutte le accuse formulate a carico di Enzo Di Gaetano.

Dopo la sentenza, grande soddisfazione è stata espressa dal giornalista isernino che ha sempre espresso la sua assoluta fiducia nella magistratura, convinto che, alla fine, la verità sarebbe venuta fuori, togliendo ogni ombra sulla sua figura professionale e sulla sua integrità morale.

Avv. Oreste Scurti