di T.A.

Una novità dell’ultima ora che sta preoccupando tantissimo le popolazioni del Venafrano. In base a disposizioni ultime diramate dall’Asrem e piovute come fulmine a ciel sereno sull’estremo Molise dell’ovest, non c’è più il medico sull’ambulanza del 118 nell’orario notturno ma solo infermiere ed altro personale. Questo, si capirà, comporta problemi seri in caso di necessità ed urgenze, esponendo il cittadino a reali pericoli di sopravvivenza. E purtroppo tanto è già avvenuto ! Per dire di tale gravissima situazione, martedì 7 maggio (h 18.30) è stata indetta apposita assemblea pubblica presso il Comune di Venafro al fine di approfondire la complessa tematica, esaminare il da farsi e soprattutto sollecitare all’Asrem tutt’altra attenzione, approntando una efficiente sanità pubblica dell’emergenza. L’iniziativa assembleare è di natura popolare e i promotori sperano nella partecipazione di tanti alla luce della delicatezza dei temi in discussione, ossia una migliore sanità pubblica dell’emergenza e la richiesta di un medico sull’ambulanza del 118 nell’orario notturno, al fine di prevenire episodi estremi. In effetti la presenza del sanitario del 118 in orario notturno c’è stata sino a poco fa, ma incredibilmente è stata appena soppressa, comportando problemi e conseguenze serie per la salvaguardia della salute di tutti. L’auspicio è che si riveda quanto appena stabilito dall’Asrem, ripristinando un servizio assolutamente indispensabile per la sopravvivenza del cittadino in stato di necessità fisica.

Articolo precedenteParco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise – “Carenze alimentari vs carenze scientifiche”- Come i giovani orsi, figli di Amarena, avrebbero superato l’inverno
Articolo successivoAL VENAFRO IL TITOLO REGIONALE DI CAMPIONE JUNIORES DEL CALCIO MOLISANO