Lo hanno detto oggi il presidente della regione Paolo Frattura e l’assessore ai trasporti Pierpaolo Nagni.

“Lo abbiamo annunciato oggi insieme all’assessore ai trasporti Pierpaolo Nagni. Fondi che si aggiungono ai già stanziati 30 milioni per la realizzazione dei cantieri da Roccaravindola a Isernia.

Questo investimento con Rfi consentirà di elettrificare l’intera linea che da Campobasso va a Roma, e rappresenta un successo senza precedenti per il Molise, perchè gli ultimi investimenti sulle reti ferroviarie erano fermi al 2004. L’elettrificazione della tratta molisana sarà completata entro il 2021 e arriveranno nuovi treni elettrici al posto di quelli a gasolio.

Con questi interventi ci sarà una rivoluzione per i tempi di percorrenza che in alcuni tratti potranno portare ad aumenti di velocità del 30%. Se oggi per andare a Roma ci vogliono 3 ore, quando i lavori saranno finiti potremo scendere sotto le 2 ore e mezza, e quando saranno compiuti altri aggiustamenti sulla linea, possiamo aspirare ad arrivare a Roma in 2 ore e un quarto. Con mezzi più sicuri e meno inquinanti.

Altra novità di queste ore è quella che riguarda il binario 20 bis: da lunedì ogni giorno, in maniera definitiva, due treni da e per Campobasso arriveranno e partiranno dai binari centrali della stazione Termini e non più da quello periferico”.