Nella mattinata di ieri, 25 novembre 2019, i Carabinieri della stazione di Cantalupo nel Sannio (Is), hanno dato esecuzione per l’espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare a cario di un 32enne residente a Castelpetroso, appartenente ad una famiglia rom di Isernia nota per numerose vicende giudiziarie.

All’uomo è stato applicato il provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Campobasso a seguito di cumulo pene che riguardano il reato di “Dichiarazione di false generalità a pubblici ufficiali” e quello in materia di codice Ambientale quale “Combustione illecita di rifiuti”.

Il prevenuto ora dovrà scontare la pena complessiva di anni 2 (due) di reclusione. Con l’adozione del provvedimento odierno il rom è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.