È stata approvata nella seduta di ieri, lunedì 9 ottobre, dalla IV Commissione consiliare, la proposta di legge di iniziativa della Giunta regionale rubricata: “Istituzione dell’Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità”.

Con il dettato normativo, la Regione Molise, a seguito dell’istituzione dell’Osservatorio Nazionale, ha inteso, mutuando quanto già realizzato in altre realtà italiane, promuovere la istituzione di un proprio Osservatorio con lo scopo principale di raccogliere informazioni sulla condizione delle persone con disabilità, seguendo le indicazioni provenienti dall’ONU, e attivando azioni di politica attiva volte alla realizzazione di iniziative a favore dei disabili.

La norma è composta da 9 articoli che ne fissano: finalità, obiettivi, compiti, composizione dell’osservatorio e la partecipazione ai lavori dei rappresentanti dell’INPS e dell’Ufficio Scolastico Regionale, dei tecnici regionali e della Sanità. Nel testo, all’art.6, in capo alla Giunta, il compito di disciplinare entro 60 giorni il funzionamento dell’osservatorio individuandone la struttura di supporto; gli artt. 7 e 8, disciplinano la norma finanziaria e le disposizioni di attuazione mentre, da ultimo, l’art. 9 sancisce l’entrata in vigore.

“Nella mia qualità, anche di relatore della Pdl approvata – ha dichiarato la Presidente Lattanzio – accolti i solleciti pervenuti in data odierna in occasione dell’importante incontro sulla rimodulazione del Piano Sociale , promosso dall’assessore Vittorino Facciola, incontro tenutosi con il partenariato, ho inteso procedere.

L’appoggio dei colleghi Ioffredi, Parpiglia, Fusco e Manzo, assente al voto Totaro, mi ha consentito di procedere alla definizione dell’iter di valutazione della norma, passata in Commissione all’unanimità.

Ringrazio l’assessore Facciola per la sensibilità rinnovata, la struttura legislativa del Consiglio regionale, la Giunta regionale e le strutture dell’Ente Aree Politiche Sociali, Programmazione Disabilità e Salute.

Un particolare ringraziamento lo rivolgo alle famiglie, alle associazioni, ai rappresentanti di settore che hanno sollecitato l’istituzione di questo Organismo evidenziandone bisogni e urgenza”.

Articolo precedenteIsernia – Stefano Testa: “Viviamo in un caos totale che non promette niente di buono per il futuro della nostra collettività”
Articolo successivoCoscienza Civica: A Campobasso un focus di approfondimento sul disegno di legge sui piccoli Comuni