La segnalazione arriva dalla pagina Facebook “Eco’n’Troll – Valle del Volturno”

“Durante le ore notturne abbiamo ricevuto dal centro di Venafro segnalazioni di puzza chimica, mentre sulla SS 85 Venafrana tra il Cavalcavia e Triverno (all’altezza del depuratore del nucleo industriale Venafro-Pozzilli) una puzza nauseabonda. Vogliamo dare la colpa all’aria che non circola? Oppure qualcuno deve assumersi la responsabilità della salute dei propri cittadini, che hanno diritto di respirare aria conforme alla vita?”

Non c’è pace per chi vive nell’area del veafrano ed è costretto, suo malgrado, a respirare aria pregna di odori nauseabondi che creano disagio e problemi alla salute. Nonostante le numerose denunce, i controlli effettuati sul territorio, la situazione non cambia, anzi, l’afa e l’assenza di vento di questi giorni non fanno altro che peggiorare la qualità dell’aria.

Il problema, a quanto pare, è ben lungi dall’essere risolto e, come accade spesso in queste circostanze, a pagarne le conseguenze è sempre la popolazione.