di Redazione

PASSEGGIATA ALLA SCOPERTA DEL BOSCO FANTINE –  (studenti di Vinchiaturo, San Giuliano del Sannio e Mirabello Sannitico in visita al C.E.A.)

Il bosco si fa scuola a cielo aperto: siamo a Campomarino dove 50 alunni delle scuole medie hanno effettuato una visita didattica nel bosco Fantine e conosciuto il Centro di Educazione Ambientale. Ad accogliere gli alunni e gli insegnanti Di Renzo Ludovica, Michele Cartoccio, Marone Dario, Pasqualone Lorella, Di Carlo Danila, Longavita Ennia, alcuni volontari di Ambiente Basso Molise. Lo scopo principale di queste visite didattiche mirano a mostrare a studenti e visitatori cosa significano gli innumerevoli servizi che gli alberi ci regalano, attraverso i loro processi fisiologici naturali e la loro importanza per combattere il riscaldamento globale. Per i giovani allievi è stata un’occasione per scoprire più da vicino gli importanti benefici del bosco sulla qualità dell’aria e per riflettere sul tema della sostenibilità e delle azioni possibili di fronte alle urgenze del cambiamento climatico. I boschi svolgono funzioni protettive, ricreative e di produzione: il bosco Fantine possiede un suo valore intrinseco dato dalla ricchezza di organismi viventi che lo compongono e le migliaia di specie che vi trovano casa o rifugio che fanno, di questo territorio, un “unicum” assoluto in campo nazionale e decisamente un territorio pregiato e ricchissimo di biodiversità. Dopo la visita nel cuore del bosco e le numerose tracce dei suoi abitanti, gi studenti sono stati impegnati nei laboratori che i volontari di ABM hanno preparato per loro. Laboratori alla scoperta di piante straordinarie, di mammiferi che volano, di rettili e della straordinaria presenza del lupo. Una storia infinita che solo il Bosco Fantine sa regalare.

Articolo precedenteEnergyTime Spike Devils, aria di big match per i rossoblù I diavoletti vanno a far visita alla capolista Genzano
Articolo successivoLA MOLISANA MAGNOLIA, ULTIMA DI REGULAR SEASON A BOLOGNA PER SFIDARE LA VIRTUS