Il Consigliere regionale Angelo Michele Iorio ha provveduto a presentare una proposta di legge (contraddistinta con il numero 50) concernente: “Albo unico regionale della mobilità dei dipendenti delle società partecipate dalla Regione Molise”.

La pdl prevede l’istituzione dell’ “Albo unico regionale della mobilità dei dipendenti delle società partecipate”, al fine di favorire i processi di razionalizzazione e di controllo degli oneri contrattuali e delle assunzioni da parte delle società direttamente controllate dalla Regione Molise.

L’Albo – si evidenzia nell’art. 2 della proposta di legge- include, per le finalità di monitoraggio, sia i dipendenti dichiarati in eccedenza ex art. 25 comma1, D.lgs n. 175 del 2016, sia quelli in servizio con contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato presso le società in liquidazione a totale o maggioritaria partecipazione regionale.

Parimenti sono inclusi gli ex dipendenti con contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato, non ricollocati, delle società a totale o maggioritaria partecipazione regionale disciolte o sottoposte a procedure concorsuali di concordato o fallimentari non concluse.

L’art. 3 delle pdl quindi, prevede che le società del Sistema Regione Molise, per sopperire ai propri fabbisogni di personale, dovranno verificare la possibilità di far fronte alle proprie esigenze attingendo all’Albo unico regionale nel rispetto dell’analisi del fabbisogno e della sostenibilità finanziaria, attivando, nei processi di reclutamento, specifici criteri preferenziali per i suoi iscritti.