RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Facciamo un po’ di chiarezza.
Oggi è avvenuto un grave evento di violenza nei miei confronti da parte del consigliere regionale Tiberio, dopo alcune parole pronunciate per bocca di un mio amico, il consigliere regionale ha cominciato a rincorrerci per la adiacente via Roma iniziando dapprima ad inseguire il mio compagno che intanto è riuscito a mettersi in salvo scappando.
Lasciato perdere il mio amico il caro consigliere è tornato indietro e ha iniziato ad inveire nei miei confronti, accusandomi di stare con il mio amico. Lí per li ha iniziato ad avvicinarsi minacciosamente fino ad arrivare al contatto testa a testa, piu volte io ho cercato di allontanarlo e lui di sua risposta ha iniziato a picchiarmi facendomi volare prima gli occhiali e poi scagliandomi alcuni calci sulla schiena. Dopo avermi percosso ha quindi chiamato la polizia scatenando tutto questo teatrino mediatico della aggressione ricevuta.
Il gesto di oggi è stato gravissimo, l’essere aggredito dalle istituzioni da cui dovrei sentirmi protetto fa male e l’essermi preso le conseguenze per non essere scappato fa ancora più riflettere, io sono un ragazzo molisano fuorisede come tanti altri che è costretto a scappare alla ricerca di opportunità, ma per chi mi conosce sa quanto io sia legato a questa terra e se per rimanerci bisogna tenere alta la testa bene io lo faccio, saranno le istituzioni a rompersi il naso. Io dopo l’aggressione ricevuta mi trovo ancora in evidente stato di agitazione e purtroppo vedere come abbiano voluto strumentalizzare l’accaduto davvero fa ancora più male. Spero solo che la verità sulla vicenda possa venire subito a galla e che il nostro caro consigliere si ravveda dall’intimorire i propri cittadini liberi di esprimersi per il centro della propria città.