La Polizia di Stato di Campobasso ha tratto in arresto per rapina un uomo di 33 anni di questa provincia, tossicodipendente e con vari precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio, che, nella mattinata odierna, a Campobasso, ha avvicinato una donna mentre era a bordo della propria auto ferma al semaforo di via San Giovanni e, minacciandola e scaraventandola con violenza a terra, si è impossessato del veicolo fuggendo via.

Subito dopo la richiesta di intervento al 113, sono scattate immediatamente le ricerche del malvivente da parte di tutte le pattuglie impiegate nel controllo del territorio e in base anche alle preziose indicazioni fornite in particolare da uno dei testimoni che avevano assistito all’accaduto, le attività di rintraccio si sono concentrate sulle possibili vie di fuga in direzione Termoli.

Grazie alle notizie fornite dalla Sala Operativa e alla stretta sinergia tra gli equipaggi delle Volanti della Questura e quelli della locale Sezione Polizia Stradale, il rapinatore è stato intercettato da una pattuglia della Polizia Stradale che al km 12 della SS 647 ha bloccato la corsa del veicolo.

Giunta nell’immediato sul posto anche la pattuglia della Squadra Volante che si era posta all’inseguimento dell’auto, l’uomo è stato arrestato congiuntamente dagli Agenti della Polizia Stradale e della Volante e portato presso gli Uffici della Questura.

Dai primi accertamenti, è emerso che, sempre in mattinata, il 33enne, prima di compiere la rapina, aveva aggredito un uomo nei pressi del Terminal Bus del Capoluogo, colpendolo alla testa con un martello e fuggendo proprio in direzione di via San Giovanni.

Sono ancora in corso le indagini tese ad appurare le motivazioni che hanno indotto il pregiudicato ad aggredire l’uomo, che si trova al momento ricoverato presso l’Ospedale “A. Cardarelli”, non in pericolo di vita.