Gli aveva chiesto di anticipare la somma di denaro, ma non aveva mai consegnato quanto le era dovuto. Continuano i servizi messi in campo dalla Compagnia Carabinieri di Isernia, finalizzati al contrasto del fenomeno delle truffe on-line che quotidianamente vengano perpetrate ai danni di inesperti clienti. I trucchi per raggirare gli utenti cambiano continuamente e bisogna usare prudenza e non anticipare mai le somme richieste, pagando il corrispettivo solo all’avvenuta consegna delle merce acquistata.

Questa volta nella rete dell’Arma è finita una donna resasi responsabile di aver architettato una truffa on-line nei confronti di un ingenuo acquirente, utilizzando il classico metodo dell’anticipo della somma e non consegnando quanto dovuto. I militari della Stazione di Frosolone al termine della conseguente attività di indagine avviata hanno denunciato una quarantenne originaria dell’hinterland napoletano e residente in provincia di Firenze. La donna, dopo aver stipulato un contratto per la fornitura di tabelle vintage con marchio Vespa e Piaggio, con un residente del comune pentro, si era fatta consegnare la somma di denaro pattuita pari ad 500 euro mediante ricarica postepay.

A pagamento avvenuto il compratore è rimasto ad attendere invano il corriere per la consegna di quanto pattuito. Quando ha poi capito di essere stato truffato si è rivolto ai Carabinieri per sporgere querela. Attraverso la transizione telematica tra i due soggetti, i militari sono riusciti a risalire alla donna nota alle Forze di Polizia per i suoi precedenti di polizia. Sono in corso verifiche tese ad accertare se la donna abbia posto in essere ulteriori attività illecite in danno di ignari cittadini.