Pericolo diaspora nel M5S, molti senatori e parlamentari delusi strizzano l’occhio a Italia Viva e Lega. Italia Viva parla di 5 senatori grillini pronti al grande salto, la Lega addirittura di venti. Numeri da confermare ma, senza dubbio, nelle Movimento le acque sono agitate. Il primo strappo clamoroso è di Silvia Vono. La senatrice passa nelle truppe renziane. Il primo vero strappo è atteso quando ci sarà da discutere della Finanziaria. Ma i primi due transfughi sono attesi nei prossimi giorni. Di Maio avrebbe chiesto ai suoi di registrare le conversazioni su eventuali avances, perché questi comportamenti sono deplorevoli.

Nell’assemblea dei 5Stelle a Palazzo Madama, tenutasi martedì, in settanta hanno sottoscritto un documento che metterebbe in discussione la leadership. Chiseto anche un cambio dello statuto. L’ipotesi di scissione al Senato è confermata dal Sole 24 Ore: sarebbero 25 gli esponenti M5s vicini ad Alessandro Di Battista e disposti a seguire Gianluigi Paragone e in un possibile gruppo autonomo sulla scia di quanto fatto da Matteo Renzi con il PD. Tra questi ci sarebbero anche ex fedelissimi di Di Maio, ora delusi perché non riconfermati al governo.