Il giorno 06 febbraio u.s., le ACLI provinciali di Isernia, nell’ambito del progetto NEETWORKING, finanziato con le risorse del 5 per mille 2016, hanno organizzato a Carovilli (IS) presso la Masseria Monte Pizzi, un incontro avente ad oggetto: fiscalità, fatturazione elettronica e prospettive di sviluppo delle imprese agricole.

Numerosa è stata la partecipazione degli associati, rappresentanti di imprese agricole e del Terzo settore. Il Presidente di Acli Isernia, Enzo Scialò, ha illustrato il progetto Neetworking e le sue ricadute positive sulla società civile, sottolineando il ruolo sociale svolto dalle Acli sul territorio della ns. Regione. È seguita la relazione del Presidente regionale di Acli Terra Molise, Nestore Mogavero, che ha illustrato i nuovi scenari fiscali e gli impegni a cui le aziende agricole dovranno far fronte.

Sulla fatturazione elettronica ha dissertato ampiamente il dr. Commercialista Luciano Piccirillo, convenzionato con MBC imprese srl, (società di servizi della Acli); al riguardo sono state esposte ai presenti le modalità di applicazione e il senso fiscale della fatturazione elettronica, l’interesse per l’argomento è stato notevole, come pure gli approfondimenti richiesti dalla platea.

Il dr. Claudio Papa, titolare della celebre azienda di Monteroduni (IS) la “Dolceamaro srl” ha presentato le potenzialità del piano di una filiera molisana orientata alla produzione di nocciole e mandorle. La dolceamaro srl, intende dare assistenza tecnica agli imprenditori agricoli molisani che, nelle zone vocate, volessero impiantare coltivazioni di nocciole e/o mandorlo, e a questi l’azienda Dolceamaro garantirebbe contratti di filiera ventennali per l’acquisto totale della produzione.

L’incontro tra gli imprenditori agricoli ed il dr. Papa, voluto dai dirigenti di Acli Terra, è stato ben considerato dagli agricoltori che potrebbero, in tal modo, diversificare le attività aziendali con investimenti innovativi e pertanto più redditizi rispetto alle coltivazioni tradizionali. Aggiornamenti tecnici sulla domanda unica 2019 son stati resi dal responsabile del CAA AcliMolise, Libero Barone.

Ha concluso i lavori l’Assessore all’Agricoltura Nicola Cavaliere che ha aggiornato la platea circa gli interventi operativi in itinere per controllare il numero eccessivo dei cinghiali nella nostra regione, unitamente a nuove ipotesi di investimento da prendere in considerazione nel prossimo PSR.

I partecipanti, con i loro interventi, hanno sviscerato le problematiche trattate secondo le diverse angolature, ringraziando, altresì, Acli Terra per aver favorito, come da sua peculiarità, l’incontro tra i vari soggetti economici affinchè le problematiche possano trovare ipotesi risolutive realmente fattibili.