Non solo “bevi responsabilmente”, come recita un celebre slogan, ma anche “guida responsabilmente”. Non si stanca di ripeterlo un pilota come Andrea Montermini, campione automobilistico che da oltre dieci anni è al seguito del Sara Safe Factor per spiegare agli studenti in età da patente – ne ha già incontrati oltre 80.000 – che “in strada e in pista vincono le regole”. Anche quando si corre per vincere.

Il Sara Safe Factor è un tour nelle scuole superiori di tutta Italia che nasce dall’impegno di Sara Assicurazioni – Compagnia Assicuratrice ufficiale dell’ACI – per la sicurezza stradale e vede coinvolti in prima linea ACI Sport e l’Automobile Club di Campobasso con il supporto di Vetrocar. Un progetto educativo e di sensibilizzazione che, per il suo elevato valore sociale, ha ottenuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Per il 14° anno consecutivo, dunque, il Sara Safe Factor “mette in pista” i ragazzi per sensibilizzarli a una guida più sicura e responsabile, attraverso le testimonianze avvincenti e i preziosissimi consigli di piloti del calibro di Andrea Montermini. Confermata anche la partnership con Ready 2 Go, il network di Scuole Guida della Federazione ACI che, grazie ai
simulatori presenti in numerose tappe, permette ai ragazzi di sperimentare quanto appreso durante la lezione, contribuendo a formare una nuova generazione di guidatori attenti e consapevoli. Il programma di sensibilizzazione presso le scuole rientra, pertanto, tra le iniziative istituzionali perseguite dall’Automobile Club di Campobasso a sostegno della sicurezza ed educazione stradale verso i giovani.

Oggi, mercoledì 7 novembre il Sara Safe Factor si ferma a Campobasso: l’incontro si svolgerà a partire dalle ore 9:30 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi del Molise. Circa 300 studenti della Facoltà di Economia e Commercio e delle Scuole Superiori di Campobasso incontreranno Andrea Montermini, che li intratterrà con le regole base della guida sicura: dalla corretta posizione di guida a come si impugna il volante o si regola il poggiatesta, a come si esegue una frenata di emergenza o si controlla una curva malriuscita. Interverrà all’incontro il Magnifico Rettore Giovanni Maria Palmieri, il Direttore Scolastico Regionale Dr.ssa Anna Paola Sabatini, il Presidente AC Campobasso Dr. Luigi Di Marzo Distrazione, mancato rispetto della precedenza o del semaforo, velocità troppo elevata si confermano le prime tre cause degli incidenti stradali (complessivamente il 40,8%), che purtroppo in Europa sono ancora la prima causa di morte per i giovani tra i 20 e i 24 anni.

Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano l’eccesso di velocità, il mancato utilizzo di dispositivi di sicurezza e l’uso di telefono cellulare alla guida. Nel 2017 diminuisce il numero di incidenti e feriti (rispettivamente -0,5% e – 1%) rispetto all’anno precedente, ma aumenta quello dei morti (+2,9%) , mentre i costi sociali sono stimati in 19,3 miliardi di euro (1,1% del PIL nazionale). Tra il 2001 e il 2017 gli incidenti con lesioni a persona sono diminuiti del 33% e le vittime della strada si sono più che dimezzate (i decessi sono passati da 7.096 a 3.378) benché il tasso di mortalità resti ancora più alto della media europea. Sara Safe Factor si inserisce nel piano di azione dell’Automobile Club d’Italia a sostegno della campagna ONU che, per il decennio 2010- 2020, ha l’obiettivo di un ulteriore dimezzamento delle vittime della strada.

“La sicurezza stradale è una priorità assoluta: basti pensare che gli incidenti stradali sono la prima causa di morte e di invalidità permanente per i giovani tra i 20 e i 24 anni – dichiara Marco Brachini, Direttore Marketing di Sara Assicurazioni – E’ indispensabile una maggiore consapevolezza da parte di chi guida in quanto l’80% degli incidenti è dovuto a comportamento errato del conducente. E’ per questo che dal 2005 portiamo avanti questo progetto formativo, che ha visto oltre 80.000 giovani coinvolti fino a oggi, con i quali continuiamo a dialogare anche sui social, grazie alla pagina Facebook dedicata all’iniziativa. Crediamo che prevenzione ed educazione siano fondamentali per migliorare la sicurezza sulle strade e che questo sia il modo più efficace per formare conducenti consapevoli.”

Quest’anno il Progetto si avvale della collaborazione di Vetrocar: “Siamo orgogliosi di essere partner del progetto Sara Safe Factor e di sostenere il nobile principio di educazione alla sicurezza stradale, partendo dai giovani. Per VetroCar infatti la sicurezza è un valore imprescindibile nell’esecuzione del servizio di riparazione cristalli.” Ha dichiarato Maurizio Acri, amministratore Delegato di Vetrocar. Fonte dati: Rapporto ACI – ISTAT Incidenti Stradali nel 2017 (luglio 2018).