Proseguono i seminari organizzati dalla Rete dei Piccoli Comuni #Welcome, promosso dalla CARITAS di Benevento, per contrastare lo spopolamento delle aree interne, favorire progetti di sviluppo per macro – aree interregionali e sostenere iniziative di accoglienza umanitaria, inclusione sociale delle fasce svantaggiate locali e integrazione attraverso la cooperazione tra cittadini del posto e cittadini stranieri.

Si è svolto a Pietrelcina (Bn), il 12 luglio, un seminario con i Sindaci del Fortore presieduto dal consigliere regionale della Campania, delegato per le aree interne dal Presidente De Luca, Francesco Todisco. Alla riunione ha preso parte l’On. Costantino Boffa, responsabile per la linea ad alta velocità nella tratta ferroviaria Napoli – Bari, che ha reso gli aggiornamenti sui cantieri avviati insieme alla realizzazione delle quattro corsie stradali da Caianello a Benevento.

Presenti, inoltre, rappresentanti di Associazioni Umanitarie che, insieme al Sindaco di Pietrelcina, Molinara, San Martino Valle Caudina ed amministratori di Morcone e altri paesi del Fortore, si sono soffermati sulla proposta di una strategia di sviluppo unitaria interregionale capace di unire l’area del Fortore della Campania, del Molise e della Puglia a partire dal completamento della superstrada Fortorina, da San Marco dei Cavoti a Celenza Valfortore, Gambatesa e Volturara Appula sulla direttrice Foggia – Campobasso.

Angelo Moretti, Direttore del Consorzio Sale della Terra, ha illustrato i progetti realizzati in più comuni per valorizzare i beni comuni inutilizzati, rigenerare le aree interne ed i borghi, agevolare la costituzione di cooperarive sociali con fasce svantaggiate locali, disoccupati di lunga durata, disabili e cittadini stranieri esattamente per come fatto a Pietrelcina, il Paese di San Pio, per produrre conserve, miele e marmellate.

Il Presidente Onorario dell’Associazione “Giuseppe Tedeschi” ha illustrato le potenzialità del collegamento ferroviario e stradale del Molise alla Napoli – Bari e alla superstrada per Caianello, oltre ai risvolti positivi per il completamento della Fortorina sul collegamento Foggia – Campobasso.

L’intuizione della cooperazione sociale del Consorzio Sale della Terra merita ogni utile sostegno per coinvolgere altri comuni molisani che si aggiungono a Jelsi per avviare un diverso e più efficace modello di accoglienza umanitaria, integrazione e inclusione sociale attiva.