Nella “Chiesa ammond” è ormai il 2^ anno consecutivo che si organizza la rassegna teatrale “Ridiamoci su”. Siamo a Castiglione di Carovilli, il piccolo Borgo dell’Alto Molise che tra le tante “fortune” ha quella di essere sorto attorno alla “Chiesa ammond”. Dal 1947 però la Chiesa ammond è stata chiusa al culto, sostituita dalla Chiesa di S. Nicola che sorge nella piazza S. Maria dove pian piano è sceso l’abitato di Castiglione.

Così, della vecchia chiesa, crollato il tetto, non sono rimaste altro che, parzialmente, le mura perimetrali e la torre campanaria, magistralmente riconsolidate agli inizi degli anni ’90. Lo spazio definito dalle mura perimetrali è naturalmente adatto ad accogliere spettacoli teatrali a cielo aperto.

La stagione in corso è iniziata sabato 27 luglio con il monologo ” Pulcinella chi è?”, recitato in modo straordinario dall’attore Juri Monaco. Lo spettacolo, che ha divertito i numerosi spettatori presenti, i quali hanno dimostrato il loro gradimento con ripetuti applausi, ha fatto anche riflettere e commuovere.

Il prossimo appuntamento (4 agosto) “‘Na vorta c’era Roma” con Valentina Olla e Daniele Trissati, Il terzo (7 agosto) “Ricordando Troisi” di e con Ferdinando Smaldone, saranno sicuramente molto coinvolgenti. (Per errore sulle locandine distribuite la seconda e terza data della rassegna sono state invertite, di seguito la locandina corretta). Infine l’11 Agosto sarà la volta della compagnia CAST, habitué del nostro “amato teatro” con lo spettacolo “Ridiamoci un tono”.

Anche due concerti, il 9 e il 13 agosto, l’uno con Pietro Ricci e i Nova Musa, l’altro con i Tres Sirenas arricchiranno gli appuntamenti della “Chiesa ammond”. Nella piazza Santa Maria il giorno 6 agosto sarà messo in scena uno spettacolo ambientato proprio in piazza Santa Maria realizzato da Mauro Di Domenico da Castiglione.

Articolo precedenteIsernia – Extracomunitario denunciato dai Carabinieri per spaccio di sostanza stupefacente
Articolo successivoNuovo Sogno Agnonese: Anche gli interventi sbandierati per la riqualificazione del palasport di Agnone non saranno finanziati